50% A FONDO PERRDUTO PER AZIENDE SETTORI: MODA – TESSILE -ACCESSORI

DESTINATARI

L’intervento è riservato alle piccole imprese, costituite da non più di 5 anni, ( una quota ad hoc riguardo alle start-up che investono nel design e nella creazione).

Tali soggetti devono svolgere almeno una delle attività riportate nell’elenco dei codici ATECO ammessi.

Il Decreto rilancio, DM 18 Dicembre 2020 ha destinato 5 milioni di euro per sostenere il settore tessile, moda e accessori.

NVESTIMENTI AMMISSIBILI

La misura consente di finanziare progetti innovativi e tecnologici per: •la realizzazione di nuovi elementi di Design, •l’introduzione di innovazioni di processo produttivo,•la realizzazione e l’utilizzo di tessuti innovativi,•l’introduzione di innovazioni digitali,•progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili.

Gli investimenti devono essere compresi fra un minimo di 50 mila e un massimo di 200 mila euro. E’ riconosciuto un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili, nel limite dei fondi disponibili

SPESE AMMESSE

Rientrano fra le spese ammesse 1l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica; 2 brevetti, programmi informatici e licenze software; 3 formazione del personale – max 10%. La formazione del personale inerenti agli aspetti su cui è incentrato il progetto a fronte del quale è richiesta l’agevolazione. La formazione deve essere acquisita da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente;4 spese relative al capitale circolante (max 20% per materie prime, servizi, godimento di beni di terzi, personale).Rientra nell’agevolazione anche un importo a copertura delle esigenze di capitale circolante, entro il limite del 20% delle spese previste, giustificate nella proposta progettuale e utilizzate per le seguenti voci:•materie prime, compresi i beni acquistati soggetti ad ulteriori processi di trasformazione, sussidiarie, materiali di consumo e merci;•servizi, diversi da quelli compresi nelle spese principali, necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa;•godimento di beni di terzi;•personale direttamente impiegato nella realizzazione dei progetti di investimento.

I progetti devono essere avviati successivamente alla data di presentazione della domandadi agevolazione e conclusi entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni. Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. La pubblicazione del bando è prevista a breve. 

Becoming un exponential entrepeneur

Source : Diamandis Blog Today, each of us has access to more capital, more technological tools, more information, more talent, and more computational power than the CEOs of the world’s

Regulating AI: what everyone needs to..

This book tries to bring together two disparate fields, law and technology, and give the reader and understanding of their convergence and divergence. We start to answer many of these

Contatto